Il Piccolo Doge

Il Piccolo Doge
"Pinocchio 2000" opera di Guido Baldessari

domenica 6 ottobre 2013

Sfida & educazione.


Con questo articolo partecipo ad un esperimento di cross blogging: cinque blogger dicono la loro sull'educazione rapportando la riflessione al proprio campo d'interesse, in questo caso scrittura, fotografia, social media, arte e pedagogia.
La pubblicazione dei cinque contributi avviene nello stesso giorno, alla medesima ora, nei propri blog.
Alla fine del post troverete i link degli altri articoli.
Ringrazio Daniele  Imperi per questa "sfida" e se di sfida si parla, allora...

Qual è la più grande sfida dell'uomo?
Vediamo: giungere sulla Luna? Fatto, anche se c'è il dubbio che l'uomo non abbia mai veramente compiuto quel "piccolo" passo se non in uno studio televisivo, dietro casa.
Va be', quisquilie, mettiamo che il dubbio non ci sia e che questa sfida sia stata vinta...
Poi?
Clonare un animale?
Ah sì, giocare a fare Dio che riproduce in scala esseri viventi identici gli uni agli altri, in laboratorio, è stata una delle più grandi sfide che è riuscita a sollevare un vespaio, indignazione e diversi anatemi dai vari esponenti del Signore sopracitato.
Potremmo anche dire che la sfida è stata vinta se non fosse che, le "copie", presentano alcune anomalie dello sviluppo alla nascita che comportano un sacco di magagne e malanni, rendendo la loro esistenza breve.
Andiamo avanti.
Poter comunicare da un capo all'altro del globo in tempo reale?
Fatto e forse siamo andati fuori il seminato provando a strafare e lanciare nell'universo un messaggio contenente informazioni relative al nostro DNA, consegnandole a chissà quale bonaria e paciosa civiltà aliena con il pallino della colonizzazione di pianeti e relativa sottomissione dei loro popoli.
Probabilmente il mittente non ha mai visto quei film di fantascienza dove, l'avanzata extraterrestre, di solito, è annientata da un banale e fortuito starnuto preambolo di una bella influenza, insegnandoci che l'unica arma sta sempre nel conoscere a pelle ( e sangue e codice genetico) il proprio nemico, per poterli amabilmente  abbattere, puntando sulla loro scarsa conoscenza e le grosse lacune nei nostri confronti.
Ma invece abbiamo già fornito tutto, DNA, gruppo sanguigno, codice fiscale, chiavi di casa e mail nel caso volessero avvisarci con un messaggio del loro arrivo, così da preparare un bel collegamento in diretta con qualche "signora" dei salotti televisivi.
In quel caso mi auguro una scena alla "Mars Attacks!" di Burton, sperando che qualcuno lanci in aria una povera ed inconsapevole colomba bianca.
Uhm... Che rimane?
Navigo in rete e all'improvviso mi appare un'immagine.
Sorrido perché capisco che, per quanto mi riguarda, la mia cerca è finita.
La più grande sfida dell'uomo sta tutta in questa immagine, con la quale noi tutti, nessuno escluso, facciamo i conti quotidianamente il più delle volte perdendola, ahimè.
Basta fare un giretto sui vari Social, leggere i commenti delle persone per veder come, senza accorgersi, perdiamo senza neanche tanti convenevoli.Quasi arrendevoli, schiavi del nostro pregiudizio, della paura, dello sconosciuto.
Non siamo in grado di vederla, accettarla, contemplarla, considerarla, ci passa davanti agli occhi più volte al giorno, ovunque, per le strade, nei bus, nel negozietto di alimentari sotto casa.
Anche se ci sono le eccezioni.
In effetti alcuni sono riusciti a coglierla e a vincere e son proprio queste le persone che hanno fatto la differenza perché in grado di scorgere la sfida e in questa un sottile, essenziale ma illuminante insegnamento --> Immagine 

Se non amate Facebook, allora cliccate Qui
E se non apprezzate neanche Instagram allora provate Qui

Questa è la più grande sfida educativa che l'uomo è stato chiamato ad affrontare e vincere.
Per ora solo in pochi son riusciti nell'impresa.
Se siete interessati e volete essere dei vincenti allora armatevi di capacità di ascoltodialogo ed una 
buona dose di istruzione ed educazione.
E fate la differenza.


Sylvia Baldessari



Gli altri contributi che partecipano al cross blogging:

Daniele Imperi "La scrittura per l'educazione." 
(blog "Penna Blu", ambito: scrittura)

Francesco Magnani "La fotografia: un'arte per educare." 
(blog "www.magnanifrancesco.it/", ambito: fotografia)

Roberto Gerosa "Social Media ed Educazione, tra luoghi comuni e consapevolezza."
(blog "Social Daily", ambito: social media)

Giuseppe Palomba "L'Arte, Educata."
(blog 'PaGiuse", ambito: arte)