Il Piccolo Doge

Il Piccolo Doge
"Pinocchio 2000" opera di Guido Baldessari

sabato 4 luglio 2015

"Aiuto sono incinta... Adesso cosa mangio?" Intervista a Carla Bigi, dietologa e scrittrice.



Per qualche tempo ho collaborato con un portale dedicato alla maternità, proponendo diversi articoli di carattere pedagogico. Tra questi, curavo anche una piccola rubrica dedicata ai libri, scritti da autori emergenti.
Il sito non è più online e con esso molti dei miei post.
Ho deciso di riproporne alcuni sul mio blog.
Ed è così, che oggi, ho il piacere di pubblicare l'intervista fatta a Carla Bigi, autrice di "Aiuto sono incinta... Adesso cosa mangio?" edito da Miraviglia Editore.
Un libro che parla di alimentazione durante la gravidanza (ma anche oltre) e per questo, educativo.
Perché, d'altronde,  il cibo e il come ci nutriamo, raccontano molto: della cura che abbiamo verso noi stessi, del prossimo, riflesso della propria cultura, delle tradizioni e delle modalità con le quali si trasmette il piacere di stare insieme, condividendo qualcosa.
E l'alimentazione dell'essere umano, muta attraverso le sue fasi di crescita, richiedendo la capacità di educare ed educarsi al sano, permanentemente.
Anche questa, quindi, rientra tra le buone prassi educative, da dover ricevere e trasmettere a chi ci sta accanto.
Ricordando, anche, che l'Expo 2015, a Milano, è dedicato proprio all'alimentazione.

Buona lettura.


Dite la verità: una volta saputo dell'arrivo di vostro figlio tutto è cambiato, probabilmente anche il rapporto con il cibo che, all'improvviso, avete guardato con occhi diversi, talvolta diffidenti (lo potrò mangiare quello?) altre volte invece con un'insolita e irrefrenabile ingordigia (se non esagero ora, quando?).

Se poi, dalle analisi del sangue, risulta che non avete avuto la toxoplasmosi... Apriti cielo! 


"Aiuto sono incinta... Adesso cosa mangio?" è un libro che vi aiuterà a fare chiarezza, indicandovi in maniera confidenziale come farebbe una cara amica, cosa fare per affrontare al meglio, soprattutto da un punto di vista nutrizionale, uno dei periodo più importanti della vostra esistenza: la gravidanza.












Ciao Carla, ti va di raccontare chi sei e cosa fai nella vita?



Certo, intanto grazie dell'attenzione che avete accordato a me e al mio libro.

Sono una dietologa che lavora da molti anni con le varie problematiche della nutrizione: dalla gravidanza alla menopausa, dal mantenimento della salute alla cura delle patologie toccando con mano tutti i giorni come spesso questa branca della medicina viva di informazioni false o distorte.


Sei l'autrice di "Aiuto sono incinta... Adesso cosa mangio?" edito da Miraviglia Editore, dove si affronta il tema dell'alimentazione in gravidanza. Da dove nasce l'idea?



Da una richiesta, sempre più sentita, delle mie pazienti di rimanere donne anche in questo particolare momento della loro vita. Se pensiamo alle nostre madri e nonne, una donna incinta era vista solo come la portatrice di una nuova vita che doveva annullare sia il suo aspetto fisico che qualsiasi altro suo interesse in nome di questa priorità assoluta. 

Ora sappiamo che il pensare anche a noi stesse rimanendo "belle" non comporta alcun rischio per il nostro bambino sempre a patto che ci affidiamo a specialisti e non scegliamo invece un deleterio fai da te.



Il libro è suddiviso in tre capitoli: ce ne parli?



Gli ormoni che sostengono la gravidanza cambiano giorno per giorno e con loro i piccoli fastidi che accompagnano la gestante. Mi è piaciuto scrivere un "manuale pratico" che ci raccontasse cosa succede al nostro bimbo e a noi di conseguenza. Trimestre per trimestre ci insegna come affrontare questo momento magico che stiamo percorrendo con le sue nausee, con la stanchezza, con l' aumento di peso dando per ognuno un rimedio efficace e naturale.

A una alimentazione corretta ho abbinato anche il movimento più adatto man mano il nostro panciotto cresce e la nostra agilità' cala di conseguenza.
Non ho voluto usare termini medici troppo spesso usati e abusati, che invece di rassicurare le future mamme ottengono l' effetto opposto e proprio per questo volerle mettere a loro agio nel libro ho usato il tu confidenziale come fossi una amica a cui possono rivolgersi fino al parto



Alimentazione oggi: pregi e difetti.



Purtroppo non riesco a trovare molti pregi nell'alimentazione attuale e l'aumento delle varie patologie legate all'apparato digerente è la conferma di un peggioramento a livello qualitativo dei cibi che ritroviamo giornalmente sulle nostre tavole

Assistiamo a un impoverimento di nutrienti come vitamine e sali minerali e un aumento di residui chimici di pesticidi, concimi, antiparassitari nei cereali, senza contare i residui di farmaci utilizzati nell'allevamento del bestiame. 
L'alimentazione italiana che ha da sempre avuto come vanto la miriade di sapori e colori con cui soddisfare ogni gusto si sta impoverendo diventando monotona, insipida e ripetitiva
Molte sono le motivazioni di questo cambiamento certo è che dovremmo tornare a recuperare la cura e l'attenzione con cui le nostre mamme si preoccupavano di scegliere i cibi con cui "nutrirci" e non solo riempirci.



Perché è importante far attenzione a cosa mangiamo durante la gravidanza?



Beh è logico che quello che mangia la mamma è ciò' che "passa" attraverso la placenta al bimbo, non ci sono filtri.

È una grande responsabilità verso la vita che sta crescendo evitare quegli alimenti che sono risaputi dannosi e addirittura pericolosi per il proseguimento di una sana gravidanza come l'alcool, il caffè, i cibi crudi in alcuni casi.
Siamo arrivati alla conclusione che invece di mangiare due volte tanto dobbiamo insegnare a nutrirci due volte meglio



Il libro affronta anche i falsi miti legati al cibo e alla gravidanza: quali sono?



Ce ne sono tantissimi, dal pesce crudo che secondo la saggezza popolare andrebbe evitato al prezzemolo che farebbe abortire ma quello che mi fa più sorridere è il mito legato alle voglie

Chi non ha avuto desiderio di cioccolata o di caffè o di fragole e terrorizzata ha cercato di ovviare al pericolo di segnare la pelle del suo bimbo in modo indelebile cedendo a queste richieste improvvise e imprevedibili?
Inutile dire che non c'è corrispondenza tra le voglie insoddisfatte e gli eventuali nei o angiomi  del proprio bimbo, ma tant'è il mito resiste.



Hai deciso di inserire, al suo interno, anche alcune ricette, cosa che ho particolarmente apprezzato. Perché hai fatto questa scelta? 



Sono una dietologa un po' anomala, io per prima non sopporto le diete monotone, insapori e incolori

Per me la parola dieta ha davvero come significato "stile di vita" come già ci insegnavano i greci e come tale metto nelle condizioni le mie pazienti di poter riscoprire dei piatti sfiziosi senza  per questo doversi chiudere in cucina per troppo tempo controllando nello stesso tempo le calorie introdotte.
Nel libro infatti ho inserito tanti accorgimenti su come preparare e cuocere le varie ricette e come potete vedere dalle foto i risultati sono veramente ottimi.
I vari menù diventano delle guide da seguire per chi ha poco tempo o poca fantasia o poca forza di volontà riuscendo a controllare la spesa ed evitando le tentazioni.
Ho fatto tesoro delle domande e delle difficoltà che le mie pazienti mi rivolgono ogni giorno e ho cercato di rispondere coniugando la professionalità alla fantasia culinaria.



Quali altri consigli potrà trovare, una futura mamma, leggendo "Aiuto sono incinta... Adesso cosa mangio?"



Credo che ognuna troverà la risposta giusta alle proprie domande proprio perché è così facile da sfogliare spero che questo libro diventi un riferimento veloce per supportare i dubbi più frequenti che possono insorgere nel corso dei nove mesi e non solo.

Le sue ricette e i menù restano e insegnano un'educazione alimentare che prosegue con la nascita del bimbo e coinvolge tutta la famiglia.
Questo è quello che vorrei rimanesse dopo la gravidanza: una consapevolezza di quanto mangiare bene sia importante per il mantenimento della salute e del benessere nostro e di chi standoci accanto impara dal nostro esempio



Dove possiamo trovare te e il tuo libro?



Potete trovare il mio libro , edito da Miraviglia Editore, nelle migliori librerie con promozione e distribuzione Messaggerie Libri spa